Regione Lombardia

Concorso di progettazione scuola dell'Infanzia

Ultima modifica 20 agosto 2018

Tra gli obiettivi di mandato perseguiti e già in parte largamente realizzati dall´Amministrazione Comunale rientra il potenziamento, la messa in sicurezza e la modernizzazione degli edifici di edilizia scolastica di proprietà, al fine di offrire ai bambini e ai ragazzi spazi e luoghi adeguati alla loro ‘crescita´.

La sede attuale della scuola dell´infanzia di Lurago d´Erba, non si presta, neppure pensando ad interventi massivi di ristrutturazione e riqualificazione, ad essere adeguata ai nuovi standard propri delle scuole innovative.

Tra i predetti obiettivi di programma quindi, assume particolare rilevanza lo sviluppo e la realizzazione di un progetto di costruzione di un nuovo edificio scolastico da destinarsi a Scuola dell´Infanzia.
Dopo ponderata valutazione tra le dislocazioni idonee, con particolare attenzione ai requisiti della centralità, della accessibilità alle reti tecnologiche e loro capienza, della compatibilità funzionale ed ambientale, della possibilità di rendere sinergiche le dotazioni (spazi collettivi, viabilità parcheggi ecc.) rispetto ad altre funzioni ed altre attività della collettività, della disponibilità di aree di adeguata dimensione, è stata individuata come ottimale l´area in adiacenza all´attuale sede della Scuola Primaria in Piazzale Carlo Porta.

La volontà dell´Amministrazione si concreta nella elaborazione di un progetto che preveda la realizzazione di ambienti didattici innovativi, a partire dalle esigenze pedagogiche e didattiche e dalla loro relazione con la progettazione degli spazi, in modo tale da:

permettere agilmente l´allestimento di setting didattici diversificati e funzionali ad attività differenziate (lavorare per gruppi, lavorare in modo individualizzato, presentare elaborati, realizzare prodotti multimediali, svolgere prove individuali o di gruppo, discutere attorno ad uno stesso tema, svolgere attività di tutoraggio tra pari tra studenti ecc.);

permettere lo svolgimento di attività laboratoriali specialistiche tanto per ambito disciplinare che per tipologia di strumentazione necessaria (ad esempio dotazioni tecnologiche o periferiche specifiche);

creare spazi verdi fruibili che arricchiscano l´abitabilità del luogo;

assicurare complementarietà tra la soluzione progettuale e l´ambiente naturale, il paesaggio e il contesto di riferimento anche in funzione didattica, prevedendo che gli spazi verdi e l´ambiente naturale siano in continuità o facilmente accessibili dagli spazi della didattica quotidiana e formando in tal modo una estensione concretamente fruibile dell´ambiente educativo integrato della scuola;

creare spazi dedicati alla ricerca, alla lettura e alla documentazione, con particolare riguardo all´ottimizzazione degli stessi rispetto alle possibilità di utilizzo di dispositivi tecnologici digitali individuali o di gruppo e alle potenzialità offerte dalla connettività diffusa;

creare degli spazi per la collaborazione professionale e il lavoro individuale dei docenti;

creare aree sociali e informali in cui la comunità scolastica possa incontrarsi e partecipare ad attività interne o aperte al territorio;

assicurare la permeabilità e flessibilità degli spazi e la fruibilità di tutti gli ambienti;

rispettare la sostenibilità ambientale, energetica ed economica, mediante rapidità di costruzione, riciclabilità dei componenti e dei materiali di base, alte prestazioni energetiche, utilizzo di fonti rinnovabili, facilità di manutenzione.

Le predette esigenze si inquadrano nell´ambito dell´idea di Scuola Innovativa che costituisca luogo di riferimento per la comunità e che assicuri un benessere individuale e della socialità, anche mediante il coinvolgimento dei soggetti interessati e loro partecipazione attiva.


Al fine di conseguire un risultato ottimale, efficace, efficiente, tempestivo e di qualità in linea con le predette esigenze, l´Amministrazione comunale ritiene opportuno acquisire una pluralità di proposte di progettazione, che possano orientare le scelte future d´intervento, ricorrendo ad un ‘concorso di progettazione´ tra professionisti.

L´Amministrazione quindi avvia la procedura aperta per concorso di progettazione, in due gradi, per la costruzione dell´edificio scolastico da destinare a scuola dell´infanzia in Lurago d´Erba in Piazzale Carlo Porta.