Certificati di anagrafe: Portale servizi demografici

Pubblicato il 11 ottobre 2021 • Anagrafe , Comune

Cosa posso richiedere attraverso il portale del cittadino?

Attraverso il portale è possibile:

- richiedere in autonomia certificati anagrafici o autocertificazioni che possono essere scaricati sul proprio computer o smartphone nonché inviati sulla propria casella di posta elettronica.

- visualizzare nel dettaglio la propria situazione anagrafica ed elettorale con lo storico dei dati di residenza e dei dati della carta d'identità.

Quali certificati posso richiedere?

Certificati ottenibili online

  • Iscrizione alle Liste Elettorali
  • Godimento dei Diritti Politici
  • Residenza Storico
  • Stato Civile
  • Anagrafico di Unione Civile
  • Esistenza in Vita
  • Contestuale
  • Anagrafico di nascita
  • Anagrafico di Matrimonio
  • Cittadinanza
  • Stato di famiglia
  • Residenza

Chi può richiederli?

Il cittadino che si autentica sul sito e/o i componenti dello stesso nucleo familiare.

È possibile anche richiedere il rilascio di certificati per altri soggetti con finalità di consultazione o accertamento (esempio certificati richiesti da Avvocati o Studi Legali).

 

certificati anagrafe

 

Come si accede al Portale?

L’accesso al portale avviene tramite le credenziali SPID o CNS – CIE.

2

La validità dei certificati è garantita da un sistema di autenticità (QR code) che consente di verificarne i contenuti attraverso applicazioni scaricabili gratuitamente su smartphone.

Posso richiedere certificati che prevedono il pagamento dell’imposta di bollo (DPR 642/72)?

I certificati anagrafici nascono in bollo all'origine, e sono soggetti ad imposta pari a € 16,00 salvo i casi di esenzione previsti dalla normativa vigente.  Il cittadino che richiede il certificato dovrà acquistare la marca da bollo prima della richiesta online. In fase di generazione del certificato il cittadino dovrà inserire data di emissione ed identificativo della marca da bollo in suo possesso. Sui certificati on line non si applicano i diritti di segreteria (DGC n. 139/2013). Ogni utilizzo improprio del certificato e la mancata applicazione del bollo sono punibili secondo quanto previsto dalle norme in materia.